sabato 22 marzo 2014

Il dissidio interiore

(questo "albero" è stato disegnato a terra dalla pioggia nel giardino della scuola)
Sono rimasta per più di una settimana senza poter accedere ad Internet... Le e.mail mi arrivavano sul cellulare nuovo che ho dovuto comprare (il mio mi stava per lasciarmi... e nn potevo rischiare di perdere tutti i numeri di telefono che ormai ho memorizzato solo lì!!! O_o) ... Ma non sono ancora così brava ad utilizzarlo, perciò è come essere stata in un altra dimensione per un po'... La dimensione del "prima di internet"... Quella in cui io mi addormentavo davanti al pc se ci stavo per più di tre minuti... Incredibile, ma vero!!! IO che odiavo la tecnologia, sono diventata tecnologica dopo aver scoperto le meraviglie del navigare tra i blog!!! *_*
E questa "pausa forzata" mi ha fatto riflettere sul mio "dissidio interiore" che ogni tanto riaffiora... 
"Essere (tecnologici) o non esser(lo)... Come equilibrare questi due modi di essere?"
E' come dire: si può andare a cavallo col navigatore? Insomma... in me convivono la voglia di vivere in una casa nel bosco, con tanto di stufa a legna e abiti da fata e... il computer per comunicare con chi voglio!!!
A volte mi dico che le due cose non posso convivere...  Altre invece sento che possono e... devono farlo, perchè vivere a contatto con la Natura non significa essere isolati da chi ci vuole bene ed eremiti...
Da due mesi ho ripreso ad andare a Milano per il corso di insegnante Yoga per bambini e per un weekend al mese mi rituffo nell'energia caotica della Milano indaffarata, sempre di corsa, con tante cose da fare, senza il tempo di fermarsi... Ed io in treno ascolto la mia musica preferita, guardando le persone intorno a me (di cui 9 su 10 hanno il telefono in mano per giocare, mandare sms, ascoltare musica appena scaricata, o all'orecchio per parlare con qualcuno...) o leggendo un libro... e ripenso a quando facevo quella vita tutti i giorni per andare all'università...
Appena scesa dal treno, cominciavo a correre per prendere il tram o perchè il treno era arrivato tardi o perchè i mezzi non arrivavan più... Quella Silvia correva sempre!!! E la Silvia di oggi pensa ancora di correre... in un altro modo, ma sempre correre è!!! La scuola, la casa, la spesa, Nahele... e poi c'è la Silvia che fa yoga ed è lenta  e respira con naturalezza e soddisfazione... E allora penso che il mio cammino spirituale ha influenzato la mia vita sociale nel sapersi riprendere quegli attimi che a molti sfuggono... Sapersi fermare e... poter respirare non è da tutti... Però mi chiedo se la lentezza che vorrei vivere tutti i giorni dipenda solo da me...
Ecco il mio vero dissidio interiore: come vivere in un mondo che non dà tregua, mantenendo in sè i propri ritmi benefici e salutari per corpo e mente?!?
Sicuramente lo yoga mi aiuta ad affrontare questi interrogativi quotidiani con più serenità: respirare per me significa vivere nel proprio ritmo!!! Per il resto, cercherò di cogliere i segni che l'Universo mi invia...
Oggi qui c'è l'ultima coda dell'Inverno... Spero che il Sole illumini presto le nostre mattine per avere la voglia di alzarmi prima e "correre" in giardino a fare il saluto al Sole... ^_^
(foto scattata l'altro giorno nel giardino della scuola)

(foto dal web)

Buon Weekend a tutt* noi!!!
^_^

sabato 15 febbraio 2014

Mente - Cuore - Respiro

E' cominciato ieri il mio progetto per le classi quinte della mia scuola "Mente - Cuore - Respiro", un percorso di "educazione al buon respiro"!!! I bambini sono rimasti entusiasti dal primo incontro e alle mie colleghe è piaciuto molto, tanto che dalla prossima volta si uniranno a noi nei giochi e negli esercizi.
Sono molto felice di questo risultato: gli adulti hanno disimparato a respirare correttamente, con la conseguenza di essere spesso vittima dello stress, di sindromi varie da ipossigenazione, stipsi, allergie, asma, tristezza e depressione... e potrei andare avanti ancora!!!
L'obiettivo del mio progetto è quello di lasciare a questi ragazzi la possibilità di esercitare il controllo del proprio respiro in situazioni di particolare stress emotivo e renderli consapevoli che il respiro è intimamente legato alle emozioni e al modo in cui reagiamo. Una maggiore consapevolezza delle nostre capacità dà una maggior concentrazione, in ogni ambito, di apprendimento e di relazione.
Come ho detto ieri, "respirare bene significa essere sani, belli e felici"...
Per i miei incontri ho a disposizione l'aula di psicomotricità: non è dipinta con i colori che vorrei, ma è accogliente e luminosa (per dipingerla cercherò di lavorare ai fianchi un po' il Comune...) ed io l'ho allestita semplicemente con un tavolino per creare un po' di atmosfera rilassante...
un diffusore con olio essenziale, un portacandela di sale himalayano e una candela a forma di cuore... Accanto i fogli con i mandala che sceglieranno e coloreranno dal prossimo incontro e una scritta, bene in evidenza, la stessa che ho appeso alla porta della mia aula:
(frase del poeta e misitico persiano Rumi)
E poichè sono convinta che "Insegnare significa Imparare", metterò in pratica tutto quello che ho imparato e che sto imparando nei miei corsi di Yoga!!! 
Ringrazio ora pubblicamente una persona generosa che mi dà un'opportunità splendida: frequentare il corso di "Yoga per Crescere", che mi permetterà di insegnare ufficialmente lo yoga nella mia scuola!!!
GRAZIE INFINITE A QUESTA ANIMA MERAVIGLIOSA!!!
E infinite benedizioni all'Universo che mi ha ascoltata!!!
^_^
 L'altro giorno una delle mie bimbe a scuola è arrivata con un "piccolo" dono per me e la mia collega:
 un cuoricino imbottito di riso e olio profumato, cucito da lei...

...seguito da un biglietto meraviglioso in cui ringrazia Dio e i suoi genitori 
di averla portata nella nostra scuola!!!
 ^_^
Buon weekend a tutti!!!

mercoledì 12 febbraio 2014

St.Valentine's Day

Per me e mio marito il giorno di San Valentino non è solo un giorno di "comune condivisione ai fini del business commerciale"!!! E' il giorno del nostro primo appuntamento...
Ci siamo conosciuti nella notte tra il 10 e l'11 febbraio  e siamo usciti per la prima volta proprio il 14, perchè era un mercoledì sera ed era comodo per entrambi (visto che ancora non sapevamo bene come sarebbe andata) non darci appuntamento il sabato successivo (un po' anche per la "fretta" di rivederci..) E così, anche se sapevamo essere una serata "commerciale", ci siamo lo stesso dati appuntamento e... da quella sera... son passati già 13 anni!!!
Tante cose condivise... Cose belle e cose brutte... che comunque ci hanno fatto crescere insieme...
Come regalo a Natale gli ho preparato una cosina che potrebbe andare bene anche come idea per San Valentino...
Un barattolo di vetro, sul cui coperchio ho incollato (con la colla a caldo) un quadrato di stoffa rossa e un fiocchetto di raso. All'interno del vasetto... "32 motivi per cui amo mio marito": ci sono 32 biglietti ripiegati e su ogni biglietto c'è scritto: "Ti amo perchè...", uno per ogni giorno di ogni mese (più uno o due di riserva, a seconda del mese!!!) Il tutto suggellato da una pergamenina (con fiocco di raso rosso, s'intende!) con il timbrino di un unicorno...
Un pensiero semplice ed economico, che fa riscoprire le vere motivazioni che ci fanno stare e vivere con una persona...
La sera di S.Valentino, dopo-dopodomani, ci concederemo una cena romantica al ristorante spagnolo di Pavia (nostra meta preferita da 2 anni circa, riservata solitamente SOLO al mio compleanno...), dove si mangia una paella meravigliosa!!! Ve lo consiglio caldamente, se non siete troppo distanti!!!
E mille benedizioni ai nostri cuori...
Have a Happy St.Valentine's Day!!!
^_^

martedì 11 febbraio 2014

Dove può portare... una tazza di tè?

Un giorno di "vacanza forzata" anche per me... Un "banale" raffreddore, che ieri mi si è volto in influenza intestinale, mi ha convinta che FORSE dovevo prendermi un giorno di pausa!!!
Perciò... eccomi qui... con un inaspettato tempo per me!!! (e ne colgo l'opportunità!!!^_^)
Sabato scorso mi sono rivista il film di Mary Poppins in attesa di vedere "Saving Mr Banks" che dovrebbe uscire in queste settimane ed io, sinceramente, non vedo l'ora... Mary Poppins fa parte della mia bella e felice infanzia trascorsa nella magia del "fare"... Certo i miei mi hanno educata a comportarmi bene con gli altri e tutto il resto, rispettando le regole del vivere comune, ma... quando giocavo... ero libera!!! Soprattutto quando eravamo in campagna... Libera... E forse un po' per predisposizione genetica, un po' perchè sono cresciuta così... tendo a trasmettere questa libertà anche ai bambini con cui ho a che fare... Libertà di pensiero, libertà di gioco, libertà di sentimenti...
E venerdì mattina scorso, guarda il Caso!!!, coi miei bambini a scuola, facendo una scheda di civiltà inglese, e affrontando ovviamente la questione della bevanda nazionale, uno di loro mi ha chiesto "come mai è proprio il tè la loro bevanda preferita"...
Ho cercato di spiegare loro la faccenda della colonizzazione dell'India e anche, semplicemente, di che cos'è il tè (visto che non tutti sapevano che è una pianta di cui noi mettiamo le foglie in infusione!!!o___O )!!! Ma il punto è che ... una semplice tazza di tè può darti lo spunto per tornare bambina e cercare laddove pensavi non ci fosse più niente di interessante, o quasi...
Mary Poppins è il mio idolo!!! E' il mio modello di insegnante!!! So che sembra strano, detto così, ma... L'anno scorso ad un seminario di Camillo Bortolato (altro mio idolo ^_^), lui ha detto che "non bisogna voler bene ai bambini... Bisogna volere il loro bene!!!" Ecco quello che intendevo dire... (anche se poi May Poppins non viene per i bimbi, ma viene indirettamente per salvare il padre dei bimbi!!!)  So che non esiste "un'unica" ricetta per essere una buona insegnante, ma vorrei almeno provarci... Ogni giorno cerco di fare del mio meglio... Ma come madre... coinvolta in prima persona... non sono in grado di tenere quella giusta "distanza" che determina il successo di un processo educativo... e spesso mi ritrovo a dover "lottare" contro una "me stessa" al maschile: ribelle e vogliosa di libertà!!! Come far capire, allora, che non è giusto dover per forza passare dall'errore per imparare?!? L'Essere Umano è davvero stupido!!! Sembra davvero che l'unico imprinting che non rimane a livello genetico sia proprio quello degli errori relazionali!!!
Abbiamo dei "programmi" distorti e inutili al fine della nostra evoluzione, eppure questi si ripetono!!!
E quanta forza ci vuole per continuare a credere che ... sarà meglio di così!!!
 Ah, come sono andata lontano... con la sola forza di una ... tazza di tè!!!

Bendizioni a tutti noi!!!
^_^

sabato 1 febbraio 2014

Gratitudine in semi sparsi: il progetto

Fermarsi, respirare, prendersi il tempo per Ringraziare.
Un progetto de Il coltello di Banjas e Il tempo della crisalide.
 Finalmente due minuti per me e... ritrovo nel blog di Ylenia una nuova "testata" e un giveaway!!! Quanti cambiamenti!!! Ne sono felice. Anche perchè ritengo che il mese di gennaio, per me quest'anno è un mese di "progetti"!!! Primo fra tutti il mio percorso yoga per bambini: oggi ho trascorso il primo di due giorni ad un seminario di didattica e domani il secondo... Lo so che è nel weekend, e per questo ho trascurato la mia famiglia... Ma è una cosa che mi fa crescere e mi fa affrontare la vita, in generale, con occhi diversi...
A proposito di "fermarsi, respirare, prendersi il tempo per ringraziare"... il mio yoga è legato profondamente alla mia passione per l'insegnamento... Tanto che il giallo è il colore che ritrovo nella mia aula ogni mattina...
Le pareti sono un bel color albicocca, ma le porte, i termosifoni e altri particolari sono gialli!!! Ogni giorno, per 8 ore, vivo nel giallo, nella luce di accoglienza e di abbraccio, cercando di "seminare" nei miei bambini quei valori che rendono consapevoli della propria importanza in questo mondo e in questa Vita...
Come dice Ylenia, "questa prima tappa del progetto "Gratitudine in semi sparsi" è un invito a ringraziare noi stessi. Per come siamo, per come ci riconosciamo. E' un invito a portare luce a tutti gli aspetti di cui siamo fatti e ad avere il coraggio di illuminare anche quelli che teniamo al buio". E infatti... ecco il mantra che ho appeso in bacheca in classe... su un foglio giallo, poi!!!
Seminare... respirare luce e ringraziare, ogni giorno...
Grazie Ylenia!!! Grazie, Amiche!!! Grazie, bambini!!! Grazie Universo!!!
E buon Imbolc a tutt*!!!
Mille benedizioni...

lunedì 6 gennaio 2014

Cambiare frequenza... manifestando.

La scorsa settimana, riguardando un libro che mi regalò qualche anno fa mio marito, in tempi "non sospetti",  Giovani Dee di Catherine Wishart, mi è venuto in mente di cominciare a tenere un diario personale (cosa che ho fatto per molti anni, fin da ragazzina...)... Perciò ne ho cominciato uno nuovo: un po' per far fronte alla tempesta emozionale degli ultimi tempi, un po' per annotare il mio percorso spirituale... Così ho estratto una runa: Laguz
 
e l'ho considerata di buon auspicio...
Oggi è l'ultima festa legata al periodo natalizio. E pensare che quest'anno non le ho neppure sentite, le vacanze, se non fosse stato per il fatto di poter dormire fino a tardi la mattina...
Voglio scrivere qui ciò che ho scritto ieri sera:
"Domani si riprenderà il tran tran quotidiano... settimanale... I vari impegni a scuola, il calcio di Nahele, il bimbo a ripetizione, le riunioni mensili, per me solo yoga il lunedì...  Bla bla bla!!!
No! Non voglio più tornare nel turbinìo alienante di questa società!!!
VOGLIO CHE LA MIA VITA SIA MERAVIGLIOSA!!!"
Ecco, sì... Voglio ripetermelo all'infinito!!!
VOGLIO CHE LA MIA VITA SIA MERAVIGLIOSA!!!
E poichè spesso (o meglio, sempre!!!) si vede solo ciò che non abbiamo, dimenticandoci di ciò che ainvece abbiamo/siamo ogni giorno... ho fatto un piccolo elenco di ciò che ho:
  • un uomo che mi ama
  • un figlio sano e vivace
  • il lavoro della mia vita
  • entrambi i genitori, in vita e in salute
  • sono sana ed integra
  • diverse capacità pratiche (so fare molte cose con le mie mani)
  • un percorso spirituale e uno stile di vita che mi fanno rispettare il Pianeta in cui vivo 
  • conosco una lingua straniera
  • ho delle colleghe che mi stimano e che mi vogliono bene
  • ho degli interessi che mi fanno evolvere come persona, donna, madre, moglie, maestra
  • ho due nomi (Silvia e Francesca) che mi piacciono molto
  • ho dei capelli rigogliosi, ricci e lunghi, come voglio io
  • abito in periferia, dove c'è un orto e un bel prato con degli alberi.
Ebbene, cosa mi manca? Una casa nel bosco e un gatto. Tutto qui.
Quest'anno è mia intenzione operare affinché anche questi due desideri si concretizzino!!!
K. H. Weltz ha detto che "la distanza tra ciò che desideri e la sua realizzazione è solo vibrazionale: ciò che desideri esiste già, ma ha una vibrazione differente". Ciò vuol dire che quando il mio stato vibrazionale sarà uguale a quello dei miei desideri, essi si realizzeranno. Questo è ciò che sta alla base del "Pensiero Positivo" e della "Legge dell'Attrazione".
Cambiare frequenza... perchè SIAMO vibrazione... siamo Luce... siamo Esseri pensanti (forse!!!) in grado di porre dei cambiamenti nella nostra vita per essere felici e dare felicità a chi ci sta accanto...
Questo è l'esatto contrario di ciò che pensa chi imposta i telegiornali, le trasmisssioni di cronaca, i media in generale!!! Come persona, donna, madre, moglie e maestra voglio, intendo che ogni mio operare sia finalizzato alla Luce e alla Felicità e che sia manifesto a chi mi sta attorno!!!
L'Epifania è la festa della Manifestazione: la Luce si manifesta... e i Magi (alchimisti in cammino) l'hanno seguita, cambiando la loro frequenza vibrazionale...
VOGLIO CHE LA MIA VITA SIA MERAVIGLIOSA!!!
E che sia manifesta l'energia che posso emanare!!!
A chiunque mi legge, mi conosce, mi scrive o mi parla...
auguro di manifestare la propria vibrazione più alta 
e positiva per essere "portatori sani" di 
Felicità, Abbondanza, Salute, Gioia e Amore.
Un nuovo anno Gioioso a tutt* voi!!!
^_^